E’ ormai un po’ di tempo che senti il desiderio di fare il grande passo di metterti in proprio ma non fai nulla per iniziare. Il tempo passa e la frustrazione aumenta.

Continui a rimandare e a chiederti “Quanto tempo dovrà passare prima di iniziare a guadagnare? Come trovo i clienti? Come faccio a proporre i miei servizi? Sarò abbastanza brava e abbastanza preparata? Da dove comincio?

Mi piacerà lavorare da sola? E se mi pento? Se non riesco? Se fallisco? Uscire dalla propria zona di comfort, lo so, non è così semplice, che poi proprio di comfort non è se non ti ci trovi più bene. Ma il nostro cervello funziona così, tende a focalizzarsi sull’aspetto negativo della questione, è più semplice, ci protegge.

A meno che tu non sia una temeraria coraggiosa, spesso tendiamo a portare avanti situazioni in cui, anche se non viviamo bene, ci fanno sentire più >sicure.

Che si può fare per uscire da questo circolo vizioso?

Ecco tre suggerimenti che voglio darti per iniziare a mettersi in proprio a piccoli passi.

Primo

Non cadere nella trappola di farti sopraffare dalla paura. Dai valore a te stessa e alle tue capacità prima che ai tuoi servizi o prodotti, acquisterai più sicurezza e inizierai ad agire.

Pensare di mettersi in proprio senza prepararsi, facendo il classico salto nel vuoto, senza una direzione, un piano e una strategia, beh è molto rischioso, potresti cadere al primo ostacolo che ti si presenta e rialzarsi sarà più faticoso.

Secondo

Non andare per tentativi, definisci la tua meta, la tua visione appunto, sarà il faro che illuminerà la tua strada, non brancolerai più nel buio ma sarai in grado di giocare d’anticipo in caso di eventuali ostacoli o imprevisti. Prepara poi il campo di gioco e stabilisci i tuoi obiettivi concreti, sarà più facile per te procedere in avanti.

Quando si parte con un’attività in proprio, il rischio principale è di essere dispersivi. Magari hai già in mente una linea di prodotti, o una serie di bei servizi che vorresti proporre subito, ma proprio questa pluralità e abbondanza non riesci a organizzarla in modo efficace.

Terzo

Gestisci bene le tue offerte di lancio, non avere fretta di esporre tutto e subito, scegli un prodotto o servizio di punta, parti da quello e inizia a testare il terreno. Sarà più facile per te canalizzare le tue energie, aggiustare poi il tiro e ridurre il rischio di giocarti tutte le tue carte subito.

Se seguirai questi semplici suggerimenti vedrai che potrai partire con un business consapevole, passo dopo passo.

Spero esserti stata d’aiuto e se hai altri dubbi, puoi sempre prenotare la tua consulenza gratuita.

Cosa nel pensi? Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un tuo commento, metti un like o condividilo con chi può essere interessato.

Alla prossima!

Pin It on Pinterest

Share This